Nel gennaio 2010 viene ospitata alla Triennale di Milano la sua seconda personale tagliare legna senza permesso curata da Enzo Mari.
Parallelamente al suo lavoro di designer svolge attività didattica presso alcuni atenei e scuole di design.Con il tempo acquista grande importanza nel mercato americano e medio orientale.Hanno ricevuto numerosi premi e riconoscimenti internazionali come il Compasso DOro, lElle Decoration International Design Award, il Red Dot, il Design Plus, il Good Design Award, il German Design Award.Giovanni Succi, Pristine Mood, FreakOut Club, Bologna, 22 gennaio.Sul tema dei linguaggi dei materiali lapidei ha organizzato convegni, seminari di architettura, premi, concorsi, lectio magistralis.Infatti, queste sono armi da offesa, con manico più o meno lungo atte a ferire, ammaccare, contundere mediante percossa; 3 Armi da taglio e ne sono tipici rappresentanti le spade, i coltelli, le sciabole e le asce, infatti tali armi sono finalizzate a tagliare; Armi.Lorenzo Damiani, lorenzo Damiani, nato nel 1972, si è laureato in Architettura presso il Politecnico di Milano.Di colori che vanno dal bianco al blu cobalto passando per il beige/marrone ed il grigio.I supporti in pietra vicentina riportano sulla loro superficie superiore alcuni elementi cilindrici, una sorta di bolli, che si incastrano perfettamente tagli per uomo con pochi capelli nelle forature della lamiera.Espone al Salone del Mobile di Milano nel 2014 e nel 2016.Insieme di asce da battaglia, l' arma bianca (rientra nella categoria delle armi proprie ) indica tutte quelle armi la cui destinazione, a differenza delle armi improprie, è loffesa alla persona, che si usano mediante lenergia e labilità delluomo e che provocano ferite per mezzo.
A Milano collabora come giornalista free-lance per alcune riviste di design.
Numerosi sono gli edifici storici dove è stato utilizzato, tra gli altri il Duomo di Pavia e lArco della Pace di Milano.
Process, design: Lorenzo Damiani.6 Oppure si possono definire come tutte le armi in metallo che non siano armi da fuoco.Si dedica alla sperimentazione e partecipa a numerose mostre collettive in Italia e allestero.A partire dallepoca romana il Marmo Bianco di Carrara ha avuto un impiego sempre più diffuso in architettura con particolare rilievo nel Rinascimento dove lopera di Michelangelo ha sancito il primato di questo materiale anche nella scultura.Suoi progetti sono presenti nella collezione permanente del Chicago Athenaeum, del Museo della Triennale e del Vitra Museum.Nel 1987 aderisce al movimento Bolidista, che esprime il design in chiave simbolica.Ha realizzato mostre e convegni sul design, facendo parte del direttivo ADI Veneto e Trentino Alto Adige.Già dal periodo degli studi universitari Canale getta le basi di una solida professionalità, curando progetti di exhibit design per clienti italiani e stranieri.




[L_RANDNUM-10-999]